Home Mare d’Argento 2016

Mare d’Argento 2016

Giunge alla quinta edizione l’iniziativa di Confcommercio Pisa e del sindacato degli stabilimenti balneari di Confcommercio (Sib), in accordo con la Società della Salute della Zona Pisana. Il primo giorno arrivate 35 richieste al Punto Insieme del Litorale. Capuzzi (presidente SdS): “Progetto unico a livello nazionale che si realizza grazie a sinergie fra istituzioni e imprese”

 

Cinque giorni di vacanza negli stabilimenti balneari del Litorale pisano al prezzo simbolico di un euro: torna anche quest’estate Mare d’Argento. L’iniziativa, giunta alla quinta edizione, è promossa e organizzata da ConfcommercioPisa e dal Sib, sindacato degli stabilimenti balneari di Confcommercio, in accordo con Società della Salute della Zona Pisana, ed è rivolta ad anziani in condizioni di svantaggio economico.

Quindici gli stabilimenti balneari di Marina, Calambrone e Tirrenia che hanno aderito all’iniziativa: Mirasole, Marta, Azzurro,
Bagno Luisa,
Bagno Maddalena, Siria, Roma, Maestrale, Meloria, Luana, Rosa, Laura Lomi, Alma, 
Bagno Nirvana. Queste strutture metteranno a disposizione un ombrellone e due sdraio per over-65 residenti nei Comuni della zona pisana con un reddito personale non superiore a 20.000 euro. Potranno usufruire del servizio anche eventuali accompagnatori (fino a tre).

Gli aventi diritto potranno rivolgersi al “Punto Insieme” di Marina di Pisa, telefonando allo 050 954682 il martedì dalle 15 alle 18 e il venerdì dalle 9 alle 13. Inoltre ciascun Comune mette a disposizione i propri uffici per accogliere le domande dei residenti. Le richieste saranno soddisfatte in base all’ordine di presentazione della domanda, fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Il progetto è frutto di una sinergia istituzionale fra pubblico, privato, terzo settore e associazionismo: Società della Salute della Zona Pisana, Sib Confcommercio, e Pubblica Assistenza del Litorale Pisano, che gestirà anche quest’anno il “Punto Insieme” di Marina di Pisa, la parte organizzativa del progetto, la raccolta delle domande e il coordinamento con gli stabilimenti balneari.

Il servizio è attivo da venerdì (1 luglio) e già il primo giorno le richieste arrivate al “Punto Insieme” di Marina di Pisa sono state 35. Anche negli anni passati, i numeri hanno dimostrato il successo dell’iniziativa: sono state infatti 86 le persone che l’estate scorsa hanno beneficiato del servizio (64 donne e 22 uomini) per la maggior parte residenti nel Comune di Pisa (33), Cascina (26) e San Giuliano Terme (13).

“Esprimo la massima soddisfazione per il progetto Mare d’Argento che anche quest’anno verrà svolto dagli stabilimenti balneari nostri associati. Non è semplice né scontato contribuire tutte le estati a progetti di solidarietà e dare disponibilità all’accoglienza gratuita in un momento così difficile per gli imprenditori balneari a causa della crisi economica e della pressione fiscale – ha dichiarato Fabrizio Fontani, vicepresidente di ConfcommercioPisa e rappresentante del Sib Confcommercio – Inoltre permane l’estrema incertezza e la precarietà delle attività balneari rispetto a una politica che dopo oltre 10 anni non è ancora riuscita a dare risposte chiare e certe”.

“Ancora una volta, gli imprenditori balneari del Sib, con la collaborazione della Società della Salute, dimostrano con i fatti grande sensibilità, disponibilità e un occhio attento verso tutti coloro cha hanno più bisogno. Un esempio e un modo di concepire il proprio essere imprenditori, radicati in una precisa realtà territoriale, che tutti dovrebbero a loro modo perseguire” – afferma Federico Pieragnoli, di Confcommercio Pisa.

“Grazie a una stretta collaborazione e sinergia fra soggetti pubblici e privati siamo riusciti a realizzare questo intervento, che rappresenta un’opportunità sociale innovativa che va incontro ai bisogni degli anziani dei nostri comuni – ha sottolineato Sandra Capuzzi, presidente della Società della Salute della zona pisana – Questo progetto pone il nostro territorio all’attenzione nazionale dato che “Mare d’Argento” continua ad essere un caso unico a livello italiano”.

“Questo progetto è gradito a tutte le persone anziane che hanno difficoltà a permettersi una giornata al mare, così come dimostra il numero sempre crescente delle richieste – ha commentato Aldo Cavalli,presidente della Pubblica Assistenza di Marina di Pisa – Per noi che gestiamo tutta la parte organizzativa si tratta di un’attività molto impegnativa, visto che dobbiamo garantire una presenza costante del personale, ma che svolgiamo con grande convinzione e soddisfazione.”

Author: admin

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *