Home Portfolio A Peccioli un seminario sul riconoscimento del caregiver familiare

A Peccioli un seminario sul riconoscimento del caregiver familiare

Si svolgerà il 29 settembre, e si propone di descrivere lo stato dell’arte su questo importantissimo tema illustrando e confrontando le diverse proposte avanzate in Parlamento, di conoscere l’esperienza dell’Emilia-Romagna (l’unica regione che ha legiferato in merito), e di dare voce ai caregiver familiari. L’evento è gratuito, ma occorre iscriversi entro il 25 settembre.

Il centro Informare un’h organizza, per il prossimo 29 settembre, il seminario “Il riconoscimento del caregiver familiare”. L’evento, che si svolgerà a Peccioli (PI), presso la struttura “Incubatore di imprese” (in Via Boccioni, 2), ha il patrocinio del Comune di Peccioli e della Società della Salute della Zona Vadera. Esso è rivolto a caregiver, famiglie, associazioni, amministrazioni, servizi socio-sanitari e chiunque sia interessato.

Il seminario è gratuito ma, per motivi organizzativi, è necessaria la preiscrizione entro il 25 settembre 2017. La preiscrizione va fatta inviando via e-mail alla segreteria organizzativa* l’apposita scheda debitamente compilata.

Non esiste un corrispettivo italiano del termine caregiver, e già questo particolare costituisce un importante indizio che fa intuire quale sia, nel nostro Paese, l’attenzione riservata a questa figura. Con l’espressione “caregiver familiare” si intende colui o colei (più spesso colei) che, in sostituzione di uno Stato colpevolmente assente, si prende cura gratuitamente, in àmbito domestico, di familiari del tutto non autosufficienti a causa di importanti disabilità. Mentre nella maggior parte degli altri Paesi europei questa figura è riconosciuta e tutelata, in Italia manca un riconoscimento giuridico e non è previsto alcun tipo di tutela. Questa situazione ha notevoli implicazioni sulla vita caregiver familiare a livello professionale (egli infatti è spesso costretto a ridurre o lasciare il lavoro retribuito, e ad abbandonare le prospettive di carriera lavorativa), economico (oltre che per la riduzione/mancanza di lavoro professionale, per le maggiori spese ingenerate dalla presenza di una persona con disabilità in famiglia), relazionale, di salute (la fatica e la mancanza di riposo possono protrarsi per anni o decenni), emotivo (essi spesso sperimentano un senso di solitudine e di abbandono, stress e frustrazione). Negli ultimi anni i caregiver italiani stanno cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi, denunciando pubblicamente le drammatiche condizioni in cui – spesso – sono costretti vivere. Le loro richieste di riconoscimento giuridico e tutela sono giunte all’Unione Europea e alle Nazioni Unite, sino ad indurre i parlamentari italiani a presentare diversi Disegni e Proposte di Legge per disciplinare la materia, anche se, per una questione di tempi, è abbastanza improbabile che venga approvata una Legge entro la presente legislatura. In questo scenario si distingue l’Emilia-Romagna, che già nel 2014 ha legiferato in merito a livello regionale.

Il seminario “Il riconoscimento del caregiver familiare” si propone di descrivere lo stato dell’arte su questo importantissimo tema illustrando e confrontando le diverse proposte avanzate in Parlamento, di conoscere l’esperienza dell’Emilia-Romagna, e di dare voce ai caregiver familiari.

PROGRAMMA

Moderatrice: Chiara Di Vanni (psicologa)

Ore 9.00       Registrazione partecipanti

Ore 9.15       Saluti delle autorità
Renzo Macelloni, sindaco del Comune di Peccioli
Barbara Tognotti, responsabile dell’Unità Funzionale Servizi Sociali non autosufficienza e disabilità della Zona Valdera
Angelo Giuntinelli, vicepresidente della UILDM sezione di Pisa (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare)

Ore 10.00      Proposte e Disegni di Legge in materia di riconoscimento del caregiver familiare
Carlo Giacobini, direttore responsabile di HandyLex.org, direttore editoriale del portale «Superando.it»

Ore 10.45      L’esperienza dell’Emilia-Romagna riguardo al riconoscimento del caregiver familiare
Loredana Ligabue, segretaria dell’Associazione Carer – Caregiver Familiari Emilia-Romagna e responsabile della Cooperativa sociale Anziani e non solo

Ore 11.30      Pausa caffè

Ore 11.45      La figura del caregiver familiare e la sua evoluzione
Antonietta Scognamiglio, presidente del Coordinamento Etico dei Caregivers di Pisa

Ore 12.30      Dibattito

 

Scarica il pieghevole e la locandina del seminario.
Scarica la scheda di iscrizione in formato doc.

 

* Segreteria organizzativa:
Informare un’H (Centro Gabriele e Lorenzo Giuntinelli)
Via De Chirico, 11 – 56037 Peccioli (PI)
tel. 0587 672444 – fax 0587 672445
e-mail: info@informareunh.it sito: http://www.informareunh.it