Home Portfolio Campagna di Primavera: UILDM e Telethon ancora insieme

Campagna di Primavera: UILDM e Telethon ancora insieme

L’emergenza di questi mesi non ha fermato l’impegno contro le malattie genetiche rare, anzi ha dimostrato, più che mai, che c’è bisogno del contributo di tutti. Per dare risposte concrete a chi convive con una malattia genetica, è tornata la Campagna di Primavera promossa da Fondazione Telethon insieme a UILDM.

 

Con una novità: sarà una campagna più lunga, fino a fine luglio, che lavorerà sul passaparola e sul contatto personale con amici e conoscenti.

Per il terzo anno consecutivo sulle 46.000 scatole dei Cuori di biscotto compariranno i loghi di Fondazione Telethon e UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) a sottolineare l’impegno condiviso nella lotta contro le malattie rare. Prodotti dalla storica pasticceria genovese Grondona, i Cuori di biscotto saranno disponibili nella gustosa versione frolla.

«Da sempre UILDM e Fondazione Telethon lavorano per fare la differenza e migliorare la qualità della vita delle persone con malattie neuromuscolari. Il 2020 è un anno importante perché ci uniamo a Telethon per festeggiare i 30 anni di vita, rinnovando insieme la promessa di trovare una cura. Nonostante le criticità di questo periodo, i volontari delle nostre Sezioni UILDM si stanno attivando per raccontare in mille modi diversi perché la ricerca scientifica fa bene alla vita delle persone», spiega Marco Rasconi, presidente nazionale UILDM.

Con i Cuori di biscotto Telethon-UILDM ci aiuterai a finanziare i progetti di ricerca sulle malattie neuromuscolari. Tanta strada è stata fatta negli ultimi 30 anni, ma con il tuo contributo possiamo fare ancora di più.

Passaparola!
Cerca i Cuori di Biscotto nella Sezione UILDM più vicina a casa tua.
Distribuiscili tra gli amici, i parenti e i colleghi: un dono prezioso che alimenta la ricerca, vero patrimonio collettivo.

 

Fonte: comunicato stampa UILDM Nazionale

 

Per approfondire:

Fondazione Telethon

UILDM – Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare