Sono stato nominato da qualche mese amministratore di sostegno di mia zia, invalida al 100% (alzheimer) beneficiaria anche di una pensione di invalidità. Si è reso necessario l’acquisto di un auto per il suo trasporto e vorrei sapere se posso usufruire delle agevolazioni della legge 104 per l’acquisto di un auto. La zia vive con noi ma è residente in un altro comune. L’assicurazione a chi deve essere intestata? (intestando a lei l’assicurazione, partirebbe da una classe molto elevata e icosti dell’assicurazione andrebbero a vanificare i benefici eventualmente ottenuti con la 104). L’auto a chi va intestata? in qualitò di amministratore di sotegno potrei intestarmi entrambe le cose ed usufruire delle agevolazioni della legge 104? vi ringrazio anticipatamente per tutte le risposte che vorrete darmi.

Vorrei un informazione quando viene notificato ai parenti il ricorso per amministratore di sostegno e vengono invitati a presenziare all’udienza, i parenti sono obbligati ad andare in udienza per essere sentiti dal giudice o possono non andare?

Informazioni sulla figura dell’amministratore di sostegno, in particolare sull’impossibilità di sottoscrivere e firmare da parte del disabile la notifica di avviso di sentenza per usufruire dell’amministratore di sostegno.

Per far aprire un conto in banca ad una persona disabile che non può firmare, e poichè per gli atti amministrativi basta la supervisione di un pubblico ufficiale, per quanto riguarda le questioni fiscali serve attivare un ADS?

Ho ricevuto una richiesta di amministrazione di sostegno del tutto ingiusta e motivata dal fatto che ho inoltrato alcune richieste alla Direzione Medica dell’ospedale di Luino (VA) al fine di ottenere elementi utili ad un’ azione legale risarcitoria. Ho già un legale di fiducia ma non è molto preparato in materia, in particolare vorrei sapere: dal momento che il Giudice deve decidere entro 60 giorni dalla data del deposito in cancelleria e che io devo essere ascoltato come condizione sine qua non per poter emettere una sentenza.. se mi assento per due mesi (ossia vado a vivere all’ estero) la procedura diventa automaticamente nulla in quanto il Giudice non ha potuto ascoltarmi nei due mesi previsti?

Quando viene notificato ai parenti il ricorso per amministratore di sostegno e vengono invitati a presenziare all’udienza, i parenti sono obbligati ad andare in udienza per essere sentiti dal giudice o possono non andare?

Potrei avere qualche informazione sull’amministratore di sostegno?

La persona che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, può essere assistita da un amministratore di sostegno, nominato dal giudice tutelare del luogo in cui questa ha la residenza o il domicilio.”

Un familiare può rifiutare la nomina di amministratore di sostegno?

Vorrei sapere se esiste un precedente in cui un Giudice tutelare abbia rigettato una domanda per la nomina di un amministratore di sostegno. In particolare per una persona ormai incapace di intendere e di volere, con una situazione patrimoniale semplice (titolare solamente di pensione e di assegno di accompagnamento), che sia comunque assistita correttamente da anni dal coniuge, è possibile che il giudice rigetti la domanda per la nomina di un amministratore di sostegno, fatta da un figlio che dichiara espressamente nella domanda stessa di non essere in buoni rapporti con i genitori? Se esiste un precedente di rigetto da parte del giudice, potrei avere gli estremi, e magari anche il procedimento e la sentenza?

Il padre di una ragazza disabile affetta da sclerosi multipla e soggetta a crisi di panico,chiede se sia stato legittimo, da parte del Presidente del seggio presso cui si era recato per far votare la figlia,negare di accompagnare la suddetta all’interno della cabina elettorale per agevolarla nella votazione.L’utente è ADS della figlia ma non aveva portato con sè la documentazione necessaria che lo attestasse.

Qualificata per fare l’amministratore di sostegno dopo aver frequentato il corso apposito del CESVOT,richiede se presso il Tribunale di Pisa esista un elenco degli ads.

Mio fratello sta facendo domanda come amministrazione di sostegno per mia madre, io verrò interpellato dal giudice, mi sarà data comunicazione?

Mia madre è invalida al 100% mentre mio padre ha quasi 79 anni. Mia madre oltre alla pensione di invalidità,la casa dove abitiamo è di mia madre ed è pure socio di una società. I miei genitori sono sposati in separazione dei beni. Io sono l’unico figlio, ho 30 anni, lavoro e studio. Tutti abitiamo nella stessa casa con mia madre. Vorrei sapere chi potrebbe essere nominato come amministratore di sostegno: io o mio padre? Inoltre le pensioni di mia madre, le spese vanno annotate in un registro?

Mi chiedevo se siete a conoscenza di un mezzo tramite il quale si possa interagire con il Pubblico Ministero, e sapere se i servizi sociali abbiano notiziato la richiesta al P.M.

Vorrei sapere se sia vero che è obbligatorio designare un Amministratore di sostegno per mio suocero, affetto da morbo di Parkinson, ricoverato in RSA , quando i suoi interessi e le sue esigenze vengono gestite di comune accordo dai figli, senza alcun tipo di problema?

Quali sono le modalità per la revoca di un amministratore di sostegno assegnatomi dai miei figli?